domenica, marzo 25, 2007

cimiteri e misteri


La morte di Houdini è un mistero. E il nipote ha deciso di vederci chiaro, perché sembra che il grande illusionista avesse ricevuto messaggi non proprio amichevoli. Ma per i lettori italiani c'è un altro grande mistero: Henry Houdini era ebreo?
Il Corriere della Sera scrive che la salma "riposa in un cimitero ebraico". L'ADN Kronos spiega che si tratta di un "cimitero newyorkese", e così viene riportato da Quotidiano.net (Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione). Sul sito dell'ANSA nessun cenno alle origini di Houdini, e del suo discendente che ha chiesto la riapertura dell'inchiesta. Però si parla della parcella dell'avvocato che seguirà la questione.
Sul sito di Repubblica si possono vedere le immagini di questo cimitero, ma non si dice che è ebraico. Però Vittorio Zucconi, nel suo articolo, menziona qualcosa di ebraico nella biografia di questo "piccolo immigrato fuggito dall'impero asburgico". Houdini ha avuto una triste infanzia, "chiuso in una famiglia di immigrati ebrei poverissimi e rissosi" ed è stato ucciso "dalla cabala".
Il sito del Comitato Italiano di Controllo delle Affermazioni sul Paranormale, che pure lo considera "un vero e proprio precursore" e si vanta di presentare "un ricchissimo e documentatissimo sito web" su di lui, informa en passant che la madre di Houdini era ebrea. Ma forse l'affermazione Houdini era ebreo è ancora da controllare. Chissà come, vien da chiedersi.
Beninteso: nemmeno il quotidiano newyorkese Newsday, che alla vicenda dedica qualche articolo, scrive chiaramente che Houdini era Jewish. Ma i lettori di Newsday sanno benissimo che il cimitero Macpelah di Ridgwood è un cimitero ebraico, sanno che l'avvocato del discendente di Houdini ha presentato la questione alla American Jewish Historical Society e leggono che Houdini parlava Yiddish - tutti particolari che i giornalisti italiani evitano di menzionare.
A proposito: quella che vedete sopra è la tomba del grande illusionista e, sì, c'è raffigurata una donna piangente. Chissà se i rabbini italiani lo permetterebbero. Forse pure per loro Houdini non era ebreo. Non lo era magari nemmeno il padre, Maier Samuel Weiss, rabbino Reform licenziato dalla sua comunità perché parlava troppo yiddish. E neppure lo era Bernard Drachman, il rabbino massorti che al funerale tenne un famoso discorso (qui una testimonianza di uno che c'era). Ah: Google interrogato su Houdini Jewish dà un discreto numero di risultati. Ma forse Google non è roba da Zucconi.

2 commenti:

EugenioC ha detto...

Mi riferisco al posts precedente (in cui oper qualche oscuro motivo non mi fa commentare): nei paesi arabi ha attecchito una leggenda europea, nella misura in cui nei paesi arabi ha attecchito l'Europa. Non è affatto strana, come cosa.

נחום ha detto...

cioé, secondo Lei, se esiste antisemitismo nei Paesi arabi è colpa degli europei brutti e cattivi?
curiosa ipotesi. Su cosa si basa ?